Specialisti in dress code e outfit per  party ed eventi.

Web site: www.nicetodressyou.it

Contact: simona@nicetodressyou.it

1. Parlaci del tuo lavoro nel dettaglio. In cosa consiste e come ci sei arrivata?
“Mi hanno invitato ad un party. Che mi metto?”. Quante volte avremo sentito questa domanda? Io tantissime! Chi non si preoccupa di cosa indossare ad un evento a cui stato invitato? NTDY nasce proprio come risposta ad un’esigenza concreta: aiuta le persone a creare outfit perfetti e ad affrontare i famosi “dress code” dei vari parties. Credo davvero che siano le persone a dar vita agli eventi. L’attenzione al look è fondamentale. Tra le varie soluzioni, quella che ritengo vincente è la fitting room a disposizone degli ospiti: una stanza allestita ad hoc per ogni evento piena di costumi e accessori, dove tutti gli ospiti potranno divertirsi e con il mio aiuto creare il loro outifit.
Inoltre, la collaborazione con agenzie di eventi mi ha portato anche a studiare outfit e costumi per performer e staff. Senz’altro più impegnativo, ma comunque molto stimolate.

2. Quali sono secondo te le qualita’ che una donna deve possedere per aver successo nella vita e nel lavoro?
L’intraprendenza. Penso che ogni donna debba essere intraprendente, costante ma soprattutto determinata. Il tutto senza dimenticarsi di rimanere un po’ leggeri…

3. Quale e’ stato il party piu’ stravagante al quale hai mai partecipato?
Very Loud Party” a Ibiza e “Freak Show”a Barcellona. Entrambi party di clienti privati.
Del primo ho adorato la genialità e l’organizzazione del pre-party: una volta arrivati a Ibizia, è partita una vera e propria caccia al tesoro sull’isola per potersi accreditare al party. Il giorno del party siamo stati portati individualmente in un posto totalmente secret, nessuno di noi invitati sapeva dove si trovasse. Tanta suspense per raggiungere finalmente un club totalmente allestito per l’occasione e animato da un incredibile dj-set. Davvero molto originale!
Il freak show invece si è tenuto a  Barcellona è all’interno di un teatro abbandonato. Noi ospiti insieme ai performers sembravamo far parte della scenografia! Tra noi camminavano veri Freaks! La donna barbuta, l’uomo più piccolo del mondo, il gigante…assurdo!

4. Quale e’ la tipologia di clientela che si rivolge a voi per i propri parties? E’ una clientela giovane o anche piu’ matura?
 Una clientela sicuramente matura per compleanni di 40/50 anni. Spesso mi chiedono  aiuto per definire un tema del dress code per rivivere attraverso i costumi un periodo del loro passato. In molti amano gli anni ’60 anni ’70. 
Inoltre molti dei miei clienti sono agenzie, quindi intervengo come stylist su un concept creativo già strutturato.

5. Come vengono realizzati i vari outfit? Dove reperite abiti ed accessori?
Gli outfit vengono creati con abiti e accessori realizzati da noi, oppure possono venire da sartorie cine-teatrali.

6. L’outfit viene studiato direttamente sulla persona, osservando anche le sue qualita’ fisiche?
Certamente è la prima cosa che va fatta, vengono adattati al proprio fisico grazie al lavoro delle sarte. Sono fan della bellezza inclusiva!

7. La colonna sonora perfetta per il tuo lavoro?
The XX “Intro” dall’album xx del 2009.

8. Se avessi la macchina del tempo a disposizione e potessi partecipare ad una festa, quale sceglieresti? In che epoca ti sarebbe piaciuto vivere?
Correrei subito nella corte di Luigi XVI. Quanto amo il balli e gli outifit di Marie Antoinetta! L’eleganza, la maestosità degli abiti, la femminilità all’ennesima potenza. 

9. Chi pensi sia al giorno d’oggi  un’icona di stile, moderna e all’avangardia?
Icona di stile Cate Blanchett. Icona moderna e all’avanguardia Zoe Kravitz.

10.  L’accessorio che non puo’ mai mancare?
Accessorio del momento indispensabile: una cinta texana da mettere in vita sopra a tutto, su un blazer sopra maxi pull o su un mini dress.

11. Se pensi alla tua infanzia, a quali profumi e sapori la associ? 
Gli odori ed i profumi caratteristici di un sud Italia che non c’è più. Quando si preparava la polpa con pomodori freschi, il profumo delle arance mentre si preparavano le marmellate nelle case in campagna dei miei zii o dei miei nonni…

12. La prima volta in cui hai partecipato ad un party? Ti ricordi cosa indossavi? 
Indossavo il primo abito che mia mamma mi aveva realizzato. Era esattamente come lo sognavo…lungo di seta grigio perla.

13. Chi sono i tuoi fashion designers preferiti?
Designer da cui prendo ispirazione sono Yves Saint Laurent e Balmain, mentre vestirei tutti i giorni Isabel Marant e Alessandro Michele con Gucci.

14. Quale citta’ pensi sia al momento la piu’ mondana e glam?
Tra le più mondane metterei in prima fila Belgrado: piena di giovani e locali super cool, mentre la più glam rimane sempre Parigi…

15. Un sogno nel cassetto?
Una fitting room virtuale di “Nice to dress you” dove vendere e affittare accessori e vestiti per party a tema.

16. Andy Warhol diceva “Ad una festa devi solo esser divertente, non devi essere sincero”. Cosa ne pensi?
Non amo Andy Warhol, ma in questo caso sono d’accordo! Se esci da casa lo devi fare solo per dare il meglio di te altrimenti approfittane per dormire o leggere un libro. Fai un favore a te stesso e agli altri 

17. Un film a cui ti piacerebbe ispirarti per un prossimo party?
“Pulp fiction”, “The Grand Budapest Hotel” ed “Elizabeth The Golden Age”.

18. Le tue 3 canzoni preferite? 
Intramontabili da festa:

Ultra nate “free”

Alt

Daft punk “one more time”

Alt

liquid spirit Gregory Porter

Alt

19. Cos’e’ l’eleganza secondo te?
L’eleganza è una dote naturale: Discreta e non appariscente.

20. il tuo drink preferito?
Si chiama “Diciassette e mezzo” creato da massimo D’Addezio bartender del Chorus Cafè. A base di vodka lime ed essenza di peperoncino 

21. Quanto ti e’ d’aiuto, nel tuo lavoro, l’utilizzo di Social media?
Non ho mai sinceramente investito molto sui social.

22. La tua piu’ grande paura?
Non riuscire nel mio progetto di lavoro: NTDY.

23. L’ultima volta in cui ha riso di gusto?
L’ultima volta che ho fumato Marijuana!

24. Quali sono gli aspetti da curare maggiormente quando si organizza un party? Cosa puo’ andare storto? Quando una festa non “decolla” ci son delle soluzioni per “risollevarla”?
Questa è un a domanda molto tecnica per chi si occupa di ideazione e organizzazione di eventi. Esce un po’ dal mio campo ed entra un po’ in quello di mio marito, che si occupa da circa venti anni di Luxury Events. Quel che posso dire per esperienza indiretta, è che l’evento è una macchina molto complessa. Un ingranaggio di molti dettagli e persone. Lo storytelling è senz’altro uno degli ingredienti principali. Non esiste evento senza una buona storia da raccontare!

25. Un tuo consiglio di stile per avere sempre un outfit perfetto ma soprattutto memorabile?
Credo sia fondamentale mixare la moda del momento con il nostro stile perché solo cosi possiamo tirar fuori la nostra personalità e differenziarci.
Per non sbagliare e sentirmi fuori luogo metto sempre avanti un evergreen come un Blazer sartoriale con pochi complementi ben studiati come una cinta di borchie, un turbante o una clutch eccentrica. Qualsiasi sia l’outfit che indosso non dimentico mai di interpretarlo con il mio modo di essere. 

CONDIVIDI:

Facebook
Twitter
LinkedIn

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami